Eu Ets: nel 2015 calano le emissioni e il surplus di permessi

 

Il 17 ottobre 2016 l’Agenzia europea dell'ambiente ha pubblicato il rapporto "Trends and projections in the Eu Ets in 2016 – The Emission trading system in numbers". Nel documento si legge che le emissioni nell’ambito Eu Ets sono diminuite del 24% nel periodo 2005-2015, con una diminuzione dello 0,7% nell’ultimo anno. Questo trend in calo, seppur attenuato, dovrebbe confermarsi anche per i prossimi anni.

Come è noto, dal 2008 il mercato Eu Ets è affetto da uno squilibrio strutturale tra domanda e offerta che ha provocato il crollo del prezzo dei permessi registratosi negli scorsi anni, disincentivando le imprese potenzialmente interessate ad investire in tecnologie a basse emissioni di carbonio. I dati del 2015 hanno visto una diminuzione del surplus di permessi di emissione circolanti sul mercato delle quote di emissione dei gas serra, che rimane comunque significativo. La decisione dell'Ue di rimandare la messa all'asta di 300 milioni di permessi nel 2015 ha infatti contribuito a ridurre del 17% il numero di permessi che si sono accumulatisi nel sistema senza essere utilizzati, stimato in 2,1 milioni (equivalente a un anno di emissioni dell'intero Eu Ets).